Il Bouquet della Sposa

Home / ABITI DA SPOSA / Il Bouquet della Sposa

Il Bouquet della Sposa

L’usanza del bouquet da sposa risale a tempi lontanissimi anche se il bouquet come lo intendiamo oggi è molto diverso da quello di una volta.

Se oggi ha un carattere essenzialmente ornamentale, a completamento del vestito, e ci si può sbizzarrire in quanto a scelta dei fiori, dimensione e colori, anticamente il bouquet aveva una funzione ben augurante e propiziatoria.

Era composto da erbe e piante aromatiche, come aglio, timo, mirto e rosmarino, ritenute di buon auspicio, capaci di allontanare gli spiriti maligni e dalle proprietà afrodisiache, tanto che gli sposi ne mangiavano un po’. Quello che restava veniva poi offerto in dono agli dei per ottenere il loro favore.

Durante il medioevo, in Europa, alle piante aromatiche si sostituisce il bouquet di oggetti: la sposa portava in mano ago, filo, rocca per filare, a simboleggiare il lavoro che, in quanto moglie, avrebbe svolto in casa.

L’usanza del bouquet di fiori come la conosciamo oggi viene importata nel Quattrocento dal mondo arabo, dove le spose venivano ornate con fiori d’arancio, simbolo di purezza e fecondità.

Oggi tradizione vuole che sia il fidanzato a donarlo alla futura moglie come ultimo regalo che segna la conclusione del fidanzamento e l’inizio della nuova vita di coppia.

facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Contattaci Subito

Nome*

Cell*

E-mail*

Dichiaro di aver letto e di accettare l'informativa sulla privacy*

Recent Posts
12_luglio13 LUGLIO